Leggi Se non riesci a perdere peso, qualunque cosa provi!

Leggi Se non riesci a perdere peso qualunque cosa provi“Non capisco proprio. Ho provato ogni dieta sotto il sole, non mangio quasi niente, faccio esercizio fisico, ma non riesco a perdere peso. Ci deve essere qualcosa di sbagliato in me dal punto di vista medico”.

Si tratta di una lamentela comune e di una domanda che sconcerta ogni giorno molte persone. “Non riesco a perdere peso, dottore” è una cosa che sento ogni giorno. Forse lei ritiene che questo sia applicabile a lei e se non lo è, posso garantirle che conoscerà qualcuno a cui è rivolto. Avrete sentito persone lamentarsi di avere un metabolismo lento, o dare la colpa di tutti i loro problemi a un problema tiroideo non diagnosticato. Personalmente non ho potuto contare il numero di volte che mi sono trovato di fronte a questo problema, ed è per questo che voglio dedicare un po’ di tempo ad affrontarlo nel dettaglio. Se non l’avete già fatto, dovreste iniziare a leggere il mio pezzo sul Bilancio Energetico, perché questo vi farà familiarizzare con le basi del perché aumentiamo o perdiamo peso.

Il corpo è un’attrezzatura incredibilmente incredibile. Ha la capacità di adattarsi al meglio alla sua situazione attuale, oltre ad essere in grado di garantire che siamo preparati per il futuro. Quando mangiamo cibo lo digeriamo e dopo un po’ di tempo tutto questo cibo scomposto trova la sua strada nel flusso sanguigno come carboidrati (zuccheri), amminoacidi (proteine) e grassi. Praticamente tutto ciò che si mangia trova la sua strada nel corpo. Alcune persone hanno la falsa impressione che non si possa assorbire così tanto cibo in una sola volta attraverso l’intestino, e che dopo un certo punto, non importa quanto altro mangiamo durante un pasto, perché passerà direttamente attraverso di esso. Questo può indurli a indulgere in grandi abbuffate, poiché credono che ciò non provochi più danni, ma l’unica cosa che ne deriva è l’aumento di peso.

Una volta nel sangue il corpo deve decidere cosa fare con queste molecole, in quanto non possono semplicemente fluttuare nel sangue perché non c’è spazio. La sua soluzione è usare ciò che vuole e conservare il resto. Dopo un pasto il corpo userà lo zucchero per fornire il suo attuale fabbisogno energetico e impacchetterà il resto come glicogeno nei muscoli e nel fegato per un uso successivo. Le proteine sono esaurite o ossidate per l’energia, e molto poco viene convertito in grassi o zuccheri. I grassi, d’altra parte, sono TUTTI deviati verso l’immagazzinamento, senza domande.

Più tardi, dopo aver mangiato, i livelli ematici di tutte queste sostanze si normalizzano, poiché abbiamo messo tutto l’eccesso in deposito. Non abbiamo più cibo in arrivo, quindi per soddisfare il nostro fabbisogno energetico ci rivolgiamo alle nostre scorte. Questo avviene principalmente sotto forma di zuccheri e grassi, e man mano che li consumiamo ne estraiamo sempre di più. Questo processo continua fino a quando non mangiamo di nuovo, rifornendo le nostre scorte, e il ciclo ricomincia.

“Anche se sono a dieta non posso perdere peso, dottore”.

Perché è così importante? Quello che voglio farvi capire è che usiamo o immagazziniamo solo quello che mangiamo e beviamo. Non ci sono altre fonti di energia per il corpo. Se non lo mangiamo, non possiamo immagazzinarlo. Non possiamo togliere il peso dall’aria che respiriamo, tutto proviene dal cibo che mangiamo. Se mangiamo regolarmente più del necessario per rifornire le nostre scorte, aumentiamo di peso. Se mangiamo costantemente meno del necessario, non ci fermiamo, ma prendiamo sempre di più dai nostri negozi, e di conseguenza perdiamo peso! È importante rendersene conto quando si cerca di capire perché non si può perdere peso. Troverete molti consigli sul dimagrimento su www.teucosalute.it/dimagrante/.

Il corpo ha un costante bisogno di energia per funzionare. È come un motore che è costantemente in funzione, quindi ha un continuo bisogno di carburante. Questo è il caso anche quando si dorme. Il tasso di utilizzo dell’energia è noto come tasso metabolico basale (BMR) e varia da persona a persona. In generale, tuttavia, il BMR rimarrà abbastanza stabile, ma cambierà man mano che si mette su o si perde peso. Contrariamente a quanto si crede, il BMR non viene influenzato in modo significativo dalla dieta. Faccio questo punto perché alcune persone andranno in giro dicendo che quando ti metti a dieta entri in modalità “fame” e di conseguenza rallenti il tuo metabolismo. Questo può essere il caso della fame estrema, ma non dovrebbe avere un effetto significativo.

Se avete fatto come suggerito e avete letto il mio pezzo sul Bilancio Energetico, saprete che potete ricaricare l’energia che usate al giorno essendo più attivi nella vita quotidiana e facendo esercizio fisico. Questo non aggiunge una quantità enorme (per la maggior parte delle persone il BMR formerà ancora la maggior parte dell’energia utilizzata), ma è molto importante in quanto è spesso ciò che fa la differenza tra il rimanere statici o perdere peso.

Quindi, se si è a dieta e si consumano meno calorie di quante se ne consumino quotidianamente, si perde peso. Non c’è motivo per cui nessuno a dieta non possa perdere peso.

Questo ci porta alla domanda: perché le persone che mi dicono di essere a dieta e di fare esercizio fisico non possono perdere peso? Bene, ora conoscete la teoria che probabilmente potete rispondere da soli a questa domanda. È perché mangiano più di quanto pensano. Non è necessariamente colpa loro, perché spesso non sono consapevoli, o sono stati educati in modo errato sul contenuto del cibo che consumano.

È sorprendente quanto le persone possano sottovalutare ciò che mangiano quotidianamente. Se si annotano segretamente tutti gli alimenti che una persona consuma quotidianamente, e poi si fa in modo che la persona ricordi tutti gli alimenti che pensa di aver mangiato alla fine della giornata, spesso ci si accorge che c’è una discrepanza significativa. Per questo motivo gli studi che riguardano i diari di richiamo spesso non sono molto utili.

Ci sono pochissime condizioni mediche che impediscono a qualcuno di perdere peso, e sono molto rare. Occasionalmente i farmaci possono causare un aumento di peso e se siete ancora preoccupati di soffrire di uno di questi, visitate il vostro medico e dovrebbero essere in grado di escluderli abbastanza rapidamente, permettendovi di concentrare tutti i vostri sforzi per perdere peso.

Quindi, se siete rimasti bloccati in questa posizione per un po’ di tempo, cosa dovreste fare? Beh, credo che il passo più importante sia capire che la ragione più probabile per cui non si è perso peso non è perché non si può perdere peso, ma perché non si è proceduto nel modo giusto. Una volta capito questo si possono fare passi positivi per avviare un programma di perdita di peso di successo.

Prima di tutto leggete gli altri miei articoli che spiegano cosa c’è nel cibo che mangiate e come mettervi a dieta. Una volta che avete questa comprensione di base, iniziate un diario alimentare. Per ottenere il massimo, non cambiate nulla, ma mangiate quello che avete sempre mangiato. Dopo una settimana sedetevi e analizzate il diario. Ora dovreste avere l’intuizione per capire dove avete sbagliato. Solo una volta che avrete individuato e compreso i vostri errori (invece di avere qualcuno che vi detta i vostri errori) li correggerete e comincerete a perdere peso. Si potrebbe aver provato a prendere phentermine o qualsiasi altre compresse di perdita di peso e ancora cercando cercando lottando per perdere peso? Continua a leggere.

Non c’è ragione per cui non si può perdere peso se si sa quello che stai facendo, e ora lo fai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *